venerdì 22 ottobre 2010

Swords to rust, hearts to dust




attraverso il tempo come una presenza invisibile
nella dimenticanza, suoni di violini e melodie malinconiche,
armoniose nei colori polverosi e sbiaditi
sguardi che sfuggono
desideri sfumano da camini anneriti fra i cieli grigi
nella preghiera e nell'orgoglio
fiori secchi, i nostri petali cadranno col tempo
ogni cosa è eterna se mi adorni con corone di fiori
ortensie fra le sterpaglie morte

Nessun commento:

Posta un commento